#fuorisalone, Welcome back from fifties!

Me ne sto oziosamente seduta sul sofà (certo in tacco 12 e rossetto rosso, perché voi no?!?) a sfogliare una rivista sorseggiando champagne, quando ricevo una telefonata da Mr. Sunday, “Sei pronta chérie? Stasera andiamo al party di Brigitte”, Bardot naturalmente.

IMG_5410


On mon Dieu, sono una tale sbadata da essermene completamente dimenticata!
Solo Brigitte sa dare party talmente favolosi da far impazzire i rotocalchi per settimane intere e non voglio certo farmi trovare impreparata.
Mi precipito immediatamente al salone di bellezza della mia amica Tiffany, dove, tra un’accurata manicure e una moderna messa in piega, faccio quattro chiacchiere con le amiche del circolo, pettegole al punto giusto, le adoro! Mi tratterrei molto volentieri, pare che Macy abbia discusso con John, il marito di Becky, ma ho i minuti contati e scappo a casa, sfrecciando a bordo della mia nuova auto. A proposito vi piace? È l’ultimo regalino di Mr. Sunday, che uomo delizioso!
Giusto il tempo di una bibita fresca e una incipriata al naso e sono pronta.
Brigitte sto arrivandoooooooo.

 

 

Okay, torno in me, ma devo proprio?
Questa è una delle volte in cui amo Milano.
Settimana del Salone del Mobile, settimana del Fuori Salone, iniziative ed eventi a gogo, arte e design per tutti, nessuno escluso, passato, presente e futuro in un giro di centrifuga, cocktail e aperitivi, musica, allegria e divertimento.
Gli eventi liberi e gratuiti sono molteplici, basta scegliere a seconda dei propri interessi e della curiosità del momento.
E vista la mia passione per il vintage e per gli anni ’50, di cui vi ho già parlato qui, quale occasione migliore poteva capitarmi, se non partecipare all’evento di “House of Stars”? Ringrazio pubblicamente il #fuorisalone e la mia amica Elena per avermelo consigliato.
In un appartamento da sogno, all’interno di un palazzo d’epoca, dai cui balconi tendi la mani e sfiori il castello sforzesco, siamo stati magicamente trasportati nel 1957. Gli arredi, la musica, i muri tappezzati di fotografie di icone di quegli anni, pin up e camerieri in divisa, tutto magistralmente studiato per ricreare l’atmosfera dell’epoca. Buffet, drink, sedute di bellezza e set fotografico, insomma un party straordinario in perfetto stile anni cinquanta, generosamente offerto, da Vanity Fair e Fiat, per celebrare il lancio della nuova 500 vintage ’57’.

Archiviato in tre secondi l’imbarazzo, mi sono letteralmente lanciata su tutto, divani e poltrone, auto, telefoni, giocando a fare la signora degli anni ’50 e tra gli sguardi curiosi e un po’ stupiti di tutti i partecipanti, ho posato come una vera diva.
Mi sono proprio divertita e voi che dite, vi piacciono le foto?
Ora scusate, ma devo proprio andare, Brigitte detesta i ritardatari!

Abito, Humana Vintage
Cardigan, H&M
Scarpe, Michele Lopriore
Borsa, Vintage

3 Comments

  • MariaConcetta ha detto:

    Atmosfere d’altri tempi: le poltrone di velluto, il telefono con la rotella, la cinquecento con le porte che non si aprivano ancora controvento, i tessuti d’arredamento, le piastrelle e il colletto di quel vestito, non si è più visto quel modello da allora… Bellissimo… e sempre più raffinati i miei ragazzi. Chapeau!

    • Barbara ha detto:

      @MariaConcetta Eh si hai proprio ragione atmosfere d’altri tempi… è stata proprio una bella esperienza, tutto curatissimo nei minimi dettagli, anche se per poche ore, ho avuto l’opportunità di viverli, questi meravigliosi anni. Riguardo all’abito, è stato un vero colpo di fulmine, appena l’ho visto, in vetrina da Humana Vintage, ho subito saputo che, presto o tardi, gli avrei restituito la passata gloria ❤️.

Lascia un commento