Ops I did it again, #Vestiaria

Vestiaria Dimanoinmano

É che proprio non riesco a farne a meno, appena vedo un oggetto, un accessorio o un abito vecchio, vengo attratta come una falena dalla luce e devo entrare, toccare, provare e immaginare. Immaginare chi lo ha posseduto, fantasticare sullo stile di vita, le abitudini, le gioie e i dolori.

Vestiaria Dimanoinmano

Vestiaria Di Mano in Mano

Appena ho visto quel boa, attorcigliato sornione su una vecchia valigia, ho pensato alla giovane donna che tanti anni deve averlo indossato. Ho visto una sensuale ragazza flapper, viso pallido incorniciato da un lucente caschetto nero, prepararsi la sera, indossare le calze a rete nere e un microscopico abito con le frange, sistemarsi meticolosamente la fascia con la grande piuma sulla fronte, avvolgersi nel boa e andare a ballare il charleston.

Ho percepito gli sguardi indignati dei cosiddetti benpensanti, ho sentito la sua fresca risata incurante dei giudizi, sono entrata con lei nella sala invasa da fumo e alcool, ho chiacchierato con eleganti giovanotti e ho ballato con lei fino all’alba. Che nottata!

Ho bevuto il tè con una noiosissima signora borghese, bigotta e rassegnata, segretamente desiderosa di una nottata di charleston.

Vestiaria Dimanoinmano

Ho guardato il carosello seduta sul divano con una bimba assonnata e la sua inseparabile bambola.

Ho provato abiti, forse un pò troppo grandi per me, di madri di famiglia con tante bocche da sfamare e vestiti di terza mano da rammendare, e poi cappelli curiosi, costumi castigati e graziose borsette da passeggio.

Sono stata da Vestiaria, per un nuovo affascinate viaggio nel passato.

Vestiaria Dimanoinmano

Vestiaria Di Mano in Mano

Qui trovate tutte le informazioni sull’evento.

Abito, no brand
Borsa quasi vintage, Max&Co
Scarpe, Michele Lopriore

Avete ancora voglia di Vintage?!?! Qui trovate il mio post su #nextvintage al Castello di Belgioioso!

1 Comment

Lascia un commento