Viaggio in Austria, alla scoperta di Innsbruck e Salisburgo.

Viaggio in Austria, alla scoperta di Innsbruck e Salisburgo.

Innsbruck è una città bellissima a pochi chilometri dal confine italiano. E’ attraversata dal fiume Inn, da cui prende il nome, che regala veramente panorami mozzafiato.

Passeggiando a zonzo per la città ci siamo imbattuti nel “Calendario dell’Avvento” più suggestivo visto sino ad ora, un antico palazzo le cui finistre sono illuminate e numerate come un vero calendario. Si tratta del Caffè Munding, la pasticceria più antica del Tirolo, che la famiglia Munding conduce dal 1803. Si trova nella Kiebachgasse 16, la piazzetta che porta lo stesso nome, Munding appunto, nel mezzo del centro storico di Innsbruck, a pochissimi passi dal Goldenes Dachl, il celebre Tettuccio d’Oro.

austria

austria
In origine era una “Pasticceria per Signore” e io mi sono immediatamente immaginata a sorseggiare una profumata tazza di tè, certamente accompagnato da qualche delizioso biscottino al burro, in compagnia di qualche nobildonna austriaca.
Io e Herr Sunday, esclusivamente per dovere di cronaca, ci siamo catapultati all’interno, ordinando, sempre e solo per dovere di cronaca, una serie di prelibatezze super caloriche. A parte la ciocciolata calda assai deludente, una sorta di latte e cacao tiepido, la pasticceria è stata promossa a pieni voti, i dolci sono ottimi, gli arredi retrò conferiscono al locale il fascino dei tempi lontani e i prezzi, seppur non a buon mercato, sono perfettamente nella media austriaca.

austria

Sempre in centro, all’interno di uno degli edifici più antichi della città vecchia, si trova il più grande negozio Swarovski del mondo, dove, oltre all’intera gamma di articoli Swarovski, è possibile ammirare alcune installazione di importanti artisti contemporanei. Assolutamente consigliata la visita al negozio, che si amino o meno i gioielli Swarovski, l’ambiente moderno e sapientemente illuminato si fonde con armonia agli elementi architettonici antichi, alcuni risalenti addirittura al periodo gotico.

Per una tipica cena tirolese non posso che consigliarvi Gasthaus Restaurant Buzihutte, una piccola e accogliente baita a pochi km dal centro, immersa nel bosco e con vista panoramica sulla città. Tutto semplicemente perfetto, i piatti sono ottimi e abbondanti, i prezzi davvero molto bassi, alla parete la testa di cervo è rigorosamente di peluche e a fine serata il proprietario si siede al tavolo con i clienti per scambiare due chiacchiere e fare il conto a mano.

austria

L’ultima bellissima tappa di questo straordinario viaggio è stata Salisburgo il cui centro storico, ricco di edifici barocchi, è uno dei centri meglio conservati d’Europa ed è stato designato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.
La città è dominata dall’imponente fortezza Hohen Salzburg, un magnifico castello completo di cannoni e prigioni sotterranee, raggiungibile sia a piedi che con la funicolare. Ovviamente abbiamo optato per la funicolare, troppo preoccupati di smaltire le poche calorie ingerite durante la vacanza.

Salisburgo è conosciuta anche e soprattutto come luogo di nascita di Mozart e proprio lungo Getreidegasse, la bellissima via pedonale ornata d’insegne in ferro battuto tipiche delle botteghe medievali, si trova la casa natale, ora museo, del famoso musicista.

Il viaggio è finito!
Si rientra!
Leo ci aspetta!

Se avete ancora voglia di viaggiare, qui trovate la prima parte del viaggio e qui la seconda.

Lascia un commento